Ritorna all'archivio

Marchio: Rischio di copie

Quando si può utilizzare un marchio senza rischio di essere copiato?

Quando stiamo cercando un marchio nuovo per un prodotto è buona regola prima di procedere ad effettuare importanti investimenti sul nome, verificare la forza che questo nome ha. Per fare questo si procede ad effettuare una ricerca di anteriorità sul marchio confrontandolo non solo con marchi identici, ma anche con marchi simili e similari per verificare se possano esistere rischi di confusione con marchi preesistenti.

Questa indagine è molto importante dal punto di vista commerciale per essere certi di lanciare un marchio forte che possa avere un suo valore di mercato, ma anche dal punto di vista giuridico in quanto consente di stare tranquilli in ordine a possibili pretese che possano essere avanzate da precedenti titolari. Se dalla ricerca non risultano marchi identici, simili o similari, a questo punto per evitare che altri possano copiarci occorre procedere al deposito di una domanda di registrazione marchio, individuando le classi di prodotti di nostro interesse e descrivendo il marchio nella sua parte letterale ed eventualmente grafica.

Una volta effettuato il deposito è possibile apporre a fianco del marchio la sigla “TM” che si riferisce ad un marchio depositato, ma non ancora registrato ed è possibile utilizzarlo senza rischi in quanto contro eventuali contraffattori potranno essere avanzate richieste cautelari e risarcitorie. Normalmente in Italia la concessione vera e propria del marchio avviene dopo diversi mesi ma nel corso di questo periodo la tutela è già garantita e ci si può validamente opporre a chi ci copia.