Ritorna all'archivio

Brevetto: creare un prototipo prima di brevettare

Per depositare un brevetto occorre un prototipo?

Per depositare una domanda di brevetto non è necessario avere un prototipo ma è sufficiente disporre di una progettazione tecnica di ciò che si vuole realizzare e dei principi innovativi su cui si basa. Se si tratta di un’invenzione o di un modello di utilità, dovranno essere descritte in modo particolare le caratteristiche funzionali del prodotto mentre, se si tratta di un oggetto decorativo che rientra nella registrazione disegni o modelli, sono di fondamentale importanza i disegni e la rivendicazione delle caratteristiche.

Capita spesso che quando si brevetta un oggetto senza avere realizzato prima un prototipo ci si renda conto solo molto più tardi, appunto quando lo si deve produrre anche in via sperimentale, che occorre apportare una serie di modifiche al progetto iniziale.

In questi casi per poter valutare se ciò che si va a realizzare rientri o meno nella protezione accordata dal brevetto, occorre analizzare a fondo sia il “nuovo” oggetto sia il testo della domanda presentata. In particolare occorre prendere in considerazione le rivendicazioni e studiare che cosa esse proteggano: se ciò che viene rivendicato risulta compreso anche nel prototipo che si va a fare, allora da questo punto di vista esso è protetto, se invece il prototipo ha caratteristiche del tutto diverse allora la protezione viene meno.

Nella maggior parte dei casi accade che il prototipo abbia i requisiti indicati nel brevetto iniziale, ma presenti, in aggiunta o in alternativa, delle soluzioni tecniche secondarie migliorative o che comunque lo diversificano dal progetto originale. In questo caso si può stare relativamente tranquilli sul fatto di essere tutelati ma può comunque risultare conveniente depositare una nuova domanda di brevetto per proteggere quelle caratteristiche non presenti inizialmente che rendono l’invenzione commercialmente ancora più interessante. Una valutazione del genere, è ovvio, non può essere fatta astrattamente ma solo a seguito di un confronto concreto tra prototipo e testo della domanda di brevetto che deve essere analizzata da uno specialista.